CINEMA RONDINELLA

RICHIEDILA

SOCIAL NETWORK

NOI SIAMO QUI

IL CALENDARIO







 

LA CASA SUL MARE
di Robert Guédiguian, Francia 2017, 1h47.
con Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier
IN CONCORSO ALLA 74. MOSTRA INTERNAZIONALE D'ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA (2017), HA OTTENUTO IL PREMIO SIGNIS E IL PREMIO UNIMED.
MARTEDÌ
21 Agosto
21.15 Proiezione unica
Biglietto x 1 film: 4,00 euro
Tessera  x   4 film: € 12,00
Tessera  x 10 film: € 25,00
Tessera  x 20 film: € 40,00

CREDITS
Titolo Originale:
La villa
Regia:
Robert Guédiguian
Interpreti:
Ariane Ascaride, Jean-Pierre Darroussin, Gérard Meylan, Jacques Boudet, Anaïs Demoustier, Robinson
Sceneggiatura:
Robert Guédiguian, Serge Valletti
Fotografia:
Pierre Milon
Montaggio:
Bernard Sasia
Scenografia:
Michel Vandestien
Costumi:
Anne-Marie Giacalone
Paese:
Francia 2017
Durata:
107 Min
Produzione:
ROBERT GUEDIGUIAN, MARC BORDURE PER AGAT FILMS & CIE/EX NIHILO, IN COPRODUZIONE CON FRANCE 3 CINÉMA
Distribuzione:
PARTHÉNOS
 

SINOSSI:
In una pittoresca villa affacciata sul mare di Marsiglia tre fratelli si ritrovano attorno all'anziano padre: Angela fa l'attrice e si è trasferita a Parigi, Joseph è un aspirante scrittore innamorato di una ragazza che ha la metà dei suoi anni, e Armand, l'unico a vivere ancora in paese, gestisce il piccolo ristorante di famiglia. Il tempo passato insieme è l'occasione per fare un bilancio, tra ideali ed emozioni, aspirazioni e nostalgie. Finché un arrivo imprevisto, dal mare, porterà scompiglio nelle vite di tutti.

RECENSIONE:
«Ci sono dei dolori: la storia di Joseph e della sua «giovanissima» fidanzata Bérangère (Anaïs Demopustier) è arrivata alla fine. Ci sono degli amori che forse sbocceranno e c’è l’irruzione della realtà in questa specie di oasi protetta, con i soldati che pattugliano alla ricerca di immigrati. Tutto questo però è raccontato senza stridii, urla o disperazioni, con la grazia delicata e malinconica di chi ha fatto sua la lezione di Renoir («il tragico della vita è che tutti hanno le loro ragioni») ma ha imparato ad andare anche più in là, fino ad accettare di essere messo in disparte. Senza però dover abdicare alle proprie idee. A conquistare e affascinare è proprio questo tempo sospeso, questa atmosfera rarefatta dove niente è nascosto (la sceneggiatura sa mettere in risalto i caratteri di ognuno, specie i difetti o le manie) ma tutto viene raccontato con delicatezza e sensibilità, senza per questo doversi nascondere in qualche limbo rassicurante. » (Paolo Mereghetti, 'Corriere della Sera')


CINEMA RONDINELLA
Viale Matteotti 425 - Sesto San Giovanni (MI)
tel 02.22.47.81.83 - fax 02.24.41.07.09
Per ricevere la newsletter settimanale CLICCA QUI
PRIVACY POLICY